Hosteria Cave Cantù

CHEF DAMIANO DORATI

 

La cucina di Damiano Dorati è focalizzata sulla cultura del territorio nel quale nasce: l’Oltrepò Pavese. Un patrimonio di tradizioni e prodotti enogastronomici reinterpretato con stile personale e giocoso, in dialogo con ingredienti di qualità cercati in Italia e nel mondo, con attenzione a sapori e profumi di stagione.

Originario di questi luoghi, Damiano ha iniziato ad appassionarsi di cucina molto giovane, ispirato dalle persone che in famiglia si tramandavano ricordi e ricette. La nonna in particolare, custode di saperi antichi come di semplici merende a base di “schite” e salumi, lo ha iniziato a una passione che nel tempo si è rafforzata, divenendo ricerca personale alimentata da costanza, desiderio di imparare e conoscere attraverso studi e viaggi, con un’affettuosa predilezione per il Sud America.

Dall'intreccio tra storia familiare, formazione ed esperienza, nasce uno stile di cucina personale e contemporaneo, fondato su amore per le proprie radici e curiosità per altre culture, apprendimento della tecnica e apertura all’innovazione, equilibrio fra sapori e ricerca di accordo tra elementi anche dissonanti, attenzione alle fragranze regalate dalle stagioni all’orto di aromatiche coltivato accanto al ristorante e cura dell’armonia di ogni piatto.

Il viaggio all’Hosteria La Cave Cantù di Casteggio inizia nel 2015 insieme alla compagna di vita e di lavoro Maria Peña, attenta alla cantina - che dal territorio dell’Oltrepò Pavese si apre all’Italia - e a tutti i dettagli dell’accoglienza che fanno del ristorante un luogo di benessere per l’ospite.